Salto

di Sandro Sbarbaro
fotografie di Sandro Sbarbaro

Salendo da Priosa verso le case del Salto si può ammirare una cappelletta votiva e alcune antiche case.
La strada del Salto per secoli fu un importante nodo viario che immetteva verso la

Cappelletta votiva

Val Trebbia.
Oltre il Salto vi sono i ruderi delle case della Scaglionata, insediamento contadino risalente almeno al 1700.

Risalendo ancora la vallata verso il Lago della Nava si incontra, su un poggio solatio, quella che io chiamo La casa della Vecchina.
La leggenda narra che, grazie ad una devotissima contadina, la chiesa di Priosa rimase ove si trovava l'antico oratorio.
Infatti quando nel 1659 si trattò di erigere la nuova parrocchia, i valligiani a consulto stabilirono, in un primo tempo, che la chiesa dovesse esser posta al centro della valle ovvero verso Noci. Successivamente però, per non danneggiare la vecchina che tutte le domeniche di buon ora dalla sua casetta sotto il lago della Nava si recava puntuale alla messa, convennero che la chiesa dovesse rimanere ove si trovava l'antico oratorio.
La casa in questione esiste ancora oggi: sull'architrave vi è scolpita una data che parrebbe 16..  : ciò concorderebbe con la leggenda. Inoltre, poichè i rimaneggiamenti alle strutture sono limitati, la casa regala la percezione di quella che doveva essere l'architettura contadina in quei luoghi nel XVII secolo.

 


 

Links



Pagina pubblicata il 9 settembre 2006, letta 3739 volte
Per esprimere un commento su questo articolo si prega di contattare la redazione via e-mail

Avviso per gli utenti. Dal luglio 2014 è stato deciso di inserire alcuni annunci pubblicitari sulle pagine di questo sito web nella speranza di interessare gli utenti e provare così ad ammortizzare, almeno parzialmente, i costi del progetto Valdaveto.net.