Valdaveto.net > Personaggi > Breve biografia di Mark John Fontana risalente all'anno 1913




Breve biografia di Mark John Fontana risalente all'anno 1913

fonte: Press Reference Library, Western Edition Notables of the West, vol. I, pag. 281, International News Service, New York, Chicago, San Francisco, Los Angeles, Boston, Atlanta. 1913
trascrizione a cura di Betty Vickroy  link esterno
traduzione a cura di Maura Rocco

Mark John Fontana, direttore generale della California Fruit Canners' Association (Associazione conservieri di frutta della California) con sede a San Francisco e fondatore della Italian-Swiss Agricultural Colony (comunità agricola italo-svizzera), sempre in California, era nato a Cerisola, in provincia di Genova, nel maggio del 1849, da Giuseppe e Boro (Bianca) Fontana.
Ancora bambino, si trasferì a New York con il padre.
Nel 1867 il giovane andò in California e, nel giugno del 1877, sposò a San Leandro, nella contea di Alameda, Nellie Jones.
Dal loro matrimonio nacquero Margaret, Mark jr, Roland e Richard Fontana.

Mark J. Fontana (in alto, al centro) ed altri emigranti famosi

Ingrandisci l'immagine

La formazione scolastica di Mark John Fontana, così come ogni successo personale raggiunto nel corso della sua vita, fu ottenuta a costo di dure prove e sacrifici.
A dieci anni frequentò per circa sei mesi una scuola serale privata a New York, pagando una retta mensile di un dollaro.
In seguito si iscrisse a una scuola serale, sempre a New York, per imparare l'inglese ma la mancanza di denaro lo costrinse a rinunciare al desiderio di ottenere una perfetta padronanza della lingua, obbligandolo a impegnarsi da solo nel compito di istruirsi in tale materia.
Per un breve periodo, mentre frequentava ancora la scuola, vendeva giornali durante il giorno e lavorava in una fabbrica di ombrelli ma, verso il 1861, fece il primo passo che gli avrebbe consentito di allontanarsi da una vita difficile: iniziò a lavorare presso una compagnia di trasporti in qualità di tuttofare nel reparto della Titus & Co., che si occupava di commercio di frutta.
Dopo pochi anni fu promosso al ruolo di venditore.

Nel 1867, contagiato dalla "febbre dell'oro", partì per la California e il 3 giugno del 1868 arrivò a San Francisco, con un centinaio di dollari nascosti con cura in una tasca interna della giacca.
Purtroppo, i "campi dorati", dopo un'ispezione più accurata, si dimostrarono inferiori alle attese. Deluso da quella vista, pubblicò alcuni annunci sui giornali locali, alla ricerca di "qualunque lavoro", non ricevendo però alcuna risposta.
Un giorno incontrò per caso un giovanotto che aveva conosciuto a New York e stipularono un patto di alleanza: si sarebbero aiutati a vicenda fino a quando uno dei due non avesse trovato lavoro. Fontana sosteneva economicamente entrambi, mentre il suo compagno d'avventura era quasi esclusivamente preso dal descrivere con toni vividi i "tempi bui" che stavano vivendo.
Quando oramai il piccolo rotolo di banconote, che adesso doveva servire per sostenere due persone, stava per esaurirsi, il giovanotto parlò a Fontana di un lavoro alle terme di Washington, presso il salone di un barbiere.
Fontana promise al giovane che, qualora fosse stato assunto, gli avrebbe regalato dieci dollari per il buon suggerimento fornitogli.
E così fu.
Il lavoro, un'occupazione stabile con orario dalle 6 alle 23, consisteva prevalentemente nel pulire i pavimenti, lavare le vasche da bagno e altre mansioni simili.
Fontana resistette per quasi un anno, e in seguito iniziò a lavorare nel commercio di frutta, alle dipendenze della A. Galli & Co.
Evidentemente, in questo lavoro, riusciva ad esprimersi al proprio meglio perché, nel giro di due anni, fu nominato socio della ditta.

Nel 1872 divenne socio di C. M. Volkman in un'azienda che commerciava in frutta ma, ritenendo che potesse fare di meglio che occuparsi unicamente delle spedizioni, fondò una società con G. Ginnochio di cui, in seguito, rilevò la quota azionaria.

Nel 1880 spostò gli interessi della società nel ramo conserviero e fondò le ditte note col nome di M. J. Fontana & Co.

Nel 1893, quando il socio, Mr Cowing, andò in pensione, Fontana scelse come nuovo socio S. L. Goldstein e, due anni più tardi, William Fries.

Nel 1898 da questa società prese vita la California Fruit Growers' Association (Associazione californiana dei coltivatori di frutta), con Fontana direttore generale, William Fries presidente e S. L. Goldstein tesoriere.
Fontana collaborò come sovrintendente durante la gestione di Phelan.
È direttore e membro del consiglio di amministrazione della California Fruit Canners' Association (Associazione conservieri di frutta della California), della Wine Association (Associazione vinicola), della Italian and American Bank, della E. B. e della A. L. Stone Co., della Italian-Swiss Agricultural Colony (Comunità agricola italo-svizzera) e membro del San Francisco Commercial Club e del San Francisco Olympic Club.

 


 

Links



Pagina pubblicata il 27 marzo 2008 (ultima modifica: 28.03.2008), letta 4563 volte
Per esprimere un commento su questo articolo si prega di contattare la redazione via e-mail

Avviso per gli utenti. Dal luglio 2014 è stato deciso di inserire alcuni annunci pubblicitari sulle pagine di questo sito web nella speranza di interessare gli utenti e provare così ad ammortizzare, almeno parzialmente, i costi del progetto Valdaveto.net.