Valdaveto.net > Eventi e manifestazioni > Archivio eventi (anno 2010) > Presepe etnografico, Pentema, dicembre 2009 - gennaio 2010




Presepe etnografico, Pentema, dicembre 2009 - gennaio 2010

comunicazione a cura del GRS di Pentema

Con largo anticipo rispetto agli altri anni Pentema apre le porte a tutti i visitatori proponendo il consueto appuntamento con il Presepe allestito lungo le vie del borgo e composto da più di quaranta scene di vita contadina del XIX secolo. L'apertura, dalle ore 10 alle ore 18, è prevista nei seguenti periodi:

  • 12 e 13 dicembre 2009;
  • 20 e 21 dicembre 2009;
  • tutti i giorni dal 24 dicembre al 10 gennaio 2010;
  • 16 e 17 gennaio 2010.

Inoltre, oltre alla visita al Presepe, sempre all'interno del borgo di Pentema si potrà ammirare la mostra fotografica 'Il presepe' con immagini di Gian Luigi Suman.

Per ulteriori informazioni contattare la sede di Torriglia del Parco dell'Antola al numero 010.944175 oppure il GRS di Pentema al numero 329.1068527.

In occasione dell'apertura del presepe domenica 13 dicembre il Parco dell'Antola organizza una escursione che a partire dal centro di Torriglia condurrà al borgo. L'escursione è di media difficoltà con un dislivello in salita di circa 300 metri; da Torriglia si imbocca inizialmente il sentiero che porta in vetta al monte Antola per abbandonarlo, superato l'abitato di Donetta (1000 m), e scendere verso Pentema (840). Rientro a Torriglia nel pomeriggio.
Durata: giornata intera, pranzo in trattoria presso la Locanda del Pettirosso (prenotazione obbligatoria).
Ritrovo: Torriglia, presso la sede dell'Ente Parco.
La prenotazione alle escursioni è obbligatoria telefonando al numero 010.944175 .

 


 

Links



Pagina pubblicata il giorno 11 dicembre 2009, letta 2355 volte
Per esprimere un commento su questo articolo si prega di contattare la redazione via e-mail

Avviso per gli utenti. Dal luglio 2014 è stato deciso di inserire alcuni annunci pubblicitari sulle pagine di questo sito web nella speranza di interessare gli utenti e provare così ad ammortizzare, almeno parzialmente, i costi del progetto Valdaveto.net.