Valdaveto.net > Eventi e manifestazioni > Archivio eventi (anno 2006) > La transumanza, Santo Stefano d'Aveto, 29 ottobre 2006




La transumanza, Santo Stefano d'Aveto, 29 ottobre 2006

comunicazione a cura dello IAT di Santo Stefano d'Aveto, IAT Santo Stefano
fotografie di Cristoforo Campomenosi e Sandro Sbarbaro

Il giorno 29 ottobre 2006 si terrà a Santo Stefano d'Aveto "La transumanza", manifestazione organizzata dall'azienda agricola Pietro Monteverde in collaborazione con lo Sci Club Santo Stefano d'Aveto  link esterno .
L'evento è strettamente legato alla tradizione agricola e culturale della Val d'Aveto. Fin da tempi remoti è infatti uso, per gli allevatori della valle, mandare il bestiame in alpeggio in primavera per poi ricondurlo in paese ad inizio autunno: la manifestazione intende far rivivere le emozioni legate a questa usanza. L'intera mandria dell'azienda agricola 'Pietro Monteverde', portata in primavera sui pascoli del Crociglia (località sopra Torrio, nel Comune di Ferriere), viene ricondotta verso le stalle facendole percorrere le strade di Santo Stefano d'Aveto.
Ecco il programma della manifestazione.

07.00 : ritrovo presso la Piazza del Popolo per la partenza verso il Monte Crociglia;
09.30 : partenza delle mucche dal Monte Crociglia;
11.00 circa : arrivo delle mucche in paese;
12.30 : pranzo del contadino presso il bocciodromo (è obbligatoria la prenotazione).

La transumanza (fotografia di Cristoforo Campomenosi)

La transumanza (fotografia di Sandro Sbarbaro)

Il menu del pranzo del contadino comprenderà

pulenta au sugu de funzi,
sasissa cumme da natri,
patate,
San Stè
 [1] ,
vin (Gutturnio piacentino)
,

il tutto per 10 euro.
Il soldi raccolti andranno a sostegno delle attività dello Sci Club Santo Stefano d'Aveto  link esterno .
È inoltre possibile gustare la cucina tipica della Val d'Aveto pranzando in uno dei tanti ristoranti della zona ed usufruendo dei menu convenzionati.

Per prenotazioni riguardanti il pranzo del contadino oppure semplicemente per ottenere ulteriori informazioni sulla manifestazione, è possibile contattare lo IAT di Santo Stefano d'Aveto.

- indirizzo: Piazza del Popolo 6, Santo Stefano d'Aveto (GE)
- telefono, fax: (+39) 0185 88046
- e-mail: turismo@comune.santostefanodaveto.ge.it .

La transumanza (fotografia di Sandro Sbarbaro)

Note

[1] Il formaggio di San Stè è un rinomato prodotto tipico della Val d'Aveto.

Il tipico formaggio di San Stè

È un formaggio vaccino tratto da latte parzialmente scremato per lo più di razza Bruna o Cabannina. Si presenta in forme cilindriche di peso variabile tra i 3 ed i 18 kg.
La crosta è sottile, elastica, liscia, color giallo paglierino tendente al bruno con la stagionatura, prevista in almeno due mesi. La pasta è giallognola e conserva tutto il sapore del latte non pastorizzato e non manipolato in alcun modo.
È consuetudine consumare il formaggio di San Stè dopo averlo scaldato su una lastra d'ardesia.
Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web del Caseificio Val d'Aveto  link esterno e sul libro L'Italia dei formaggi - Una guida completa ai formaggi tipici  link esterno di Luigi Cremona e Francesco Soletti, Touring Editore  link esterno

 


 

Links



Pagina pubblicata il 24 ottobre 2006 (ultima modifica: 31.10.2006), letta 5485 volte
Per esprimere un commento su questo articolo si prega di contattare la redazione via e-mail

Avviso per gli utenti. Dal luglio 2014 è stato deciso di inserire alcuni annunci pubblicitari sulle pagine di questo sito web nella speranza di interessare gli utenti e provare così ad ammortizzare, almeno parzialmente, i costi del progetto Valdaveto.net.