Valdaveto.net > Funghi > Autunno 2005: stagione dei funghi porcini meravigliosa nel comprensorio di Rezzoaglio




Autunno 2005: stagione dei funghi porcini meravigliosa nel comprensorio di Rezzoaglio

Divertirsi rispettando le norme

di Sandro Sbarbaro
fotografie di Alberto Repetti
i prezzi dei tesserini (o biglietti) sono stati forniti dal Consorzio dei funghi di Rezzoaglio


Avviso del 5 settembre 2007 a cura della Redazione di Valdaveto.net

Si avvisano i lettori che gran parte delle norme citate nel presente articolo, risalente all'autunno 2005, sono state abrogate con l'entrata in vigore della Legge Regionale numero 27 del 13 agosto 2007

 

Il 2005 è stata un'annata eccezionale.
Grazie a condizioni climatiche particolarmente favorevoli (pioggia fine e penetrante, temperature elevate)

Porcino (foto di Alberto Repetti)

il territorio gestito dal Consorzio per la disciplina e la regolamentazione della raccolta dei funghi e dei frutti silvestri (Rezzoaglio) e dai consorzi limitrofi ha registrato un aumento quantitativo nella crescita di funghi ed un conseguente boom nelle presenze di cercatori.
Ma si sa... i funghi sono ambìti trofei e, per procacciarseli, qualcuno non va tanto per il sottile.
Così, specialmente ad inizio ottobre, è stata molto impegnativa l'attività svolta dalle guardie particolari giurate volontarie che il Consorzio di Rezzoaglio ha distribuito sul territorio per evitare la spoliazione del patrimonio boschivo ed il danneggiamento dell'ecosistema.

Il territorio del Consorzio di Rezzoaglio (facilmente raggiungibile e particolarmente comodo per chi risieda nelle province di Genova, Piacenza e Pavia) è uno dei più vasti in assoluto in Liguria (...e non solo) ed è certamente il luogo ideale per chi, amante della natura, sia un appassionato fungaiolo.

Il territorio del Consorzio dei funghi di Rezzoaglio

Questo articolo intende dare una risposta precisa alla seguente domanda:
" può un cercatore di funghi divertirsi rispettando al tempo stesso le norme ? "

Certamente si !

È possibile ed è anche molto semplice... è sufficiente l'adozione di alcuni comportamenti rispettosi dell'ambiente e la conoscenza delle poche norme che regolano la ricerca dei funghi.
Le brevi nozioni riportate in questo articolo penso risulteranno utili a quei tanti fungaioli che intendono muoversi per i boschi rispettando le norme e che amano passare divertenti giornate... senza rischiare di incorrere in spiacevoli sanzioni.


Il tesserino: cosa è, quanto costa e a cosa dà diritto
 

Per poter raccogliere funghi nel territorio del Consorzio di Rezzoaglio occorre essere in possesso di un tesserino che è possibile acquistare presso uno dei tanti punti vendita sparsi sul territorio.
Esistono tre tipi di tesserino [1] :

  • giornaliero (euro 6,00);
  • annuale per i residenti (anche non proprietari di fondi), per i proprietari di fondi non consorziati, per i proprietari e per gli affittuari di case nel territorio del comune di Rezzoaglio (euro 42,00);
  • annuale per i non residenti (euro 80,00).

Il tesserino giornaliero è certamente il più richiesto.
Sul suo retro sono chiaramente specificati (e qui di seguito riportati) i comportamenti che occorre evitare e le norme che è necessario rispettare durante la ricerca dei funghi:

  • il presente tesserino consente la sola raccolta dei funghi commestibili nella quantità massima di 5 kg giornalieri con limite di kg 3 di porcini e kg 1 di ovuli a persona (Legge regionale 30/85  link esterno );
  • è vietato raccogliere castagne, fiori silvestri e prodotti agricoli;
  • è vietato usare rastrelli, uncini e altri attrezzi, nonché sacchetti di plastica;
  • è vietato provocare danni al sottobosco;
  • è vietato raccogliere funghi nel raggio di 150 metri dalle abitazioni;
  • è vietato l'accesso e la sosta di auto motoveicoli nella proprietà consortile;
  • è fatto obbligo di esibire il tesserino a richiesta degli agenti preposti, nonché ai proprietari consorziati (riconoscibili dal tesserino "A"); i contravventori sono perseguiti a termine di legge;
  • il possesso del presente tesserino non comporta per il Consorzio alcuna responsabilità a qualsiasi titolo;
  • il presente tesserino è valido solo sul territorio consortile e non è cedibile.

Per venire incontro alle esigenze di chi giunge da lontano e non ha tempo per acquistare il tesserino giornaliero presso uno dei punti vendita sparsi sul territorio, il Consorzio ne rende possibile l'acquisto utilizzando come metodo di pagamento il bollettino postale.
Infatti, effettuando un versamento

  • di euro 6,00 [1]
  • sul c/c postale numero 20614160
  • intestato al "Consorzio per la disciplina e la regolamentazione della raccolta dei funghi e dei frutti silvestri - Rezzoaglio"
  • causale: "Giornaliero raccolta funghi"

si acquisisce il permesso alla raccolta dei funghi per un giorno a scelta nell'annualità del versamento.

Porcino (foto di Alberto Repetti)

È importante ricordare che il permesso acquisito è attestato dalla ricevuta di versamento.
Chi utilizza la modalità di pagamento tramite bollettino postale dovrà quindi ricordarsi (quando deciderà di recarsi nel comprensorio del Consorzio di Rezzoaglio) di

  • annullare la ricevuta di versamento con la data del giorno in cui ha deciso di apprestarsi alla raccolta dei funghi,
  • portare con sé nel bosco la ricevuta di versamento,
  • porre in vista sul cruscotto dell'auto una fotocopia della ricevuta di versamento.

Ricordo inoltre che il tesserino del Consorzio di Rezzoaglio ha validità all'interno del territorio gestito dal consorzio stesso.
Per accedere al territorio di un consorzio limitrofo occorre (se non si desidera incorrere in sanzioni) essere in possesso del tesserino rilasciato da quel determinato consorzio.

 

Le guardie del consorzio: chi sono e quali sono le norme che sono tenute a far rispettare
 

Le guardie del consorzio sono guardie particolari giurate volontarie che agiscono allo scopo di evitare il danneggiamento dell'ecosistema.
Si muovono sul territorio allo scopo di verificare il rispetto delle regole stabilite dalla legge nazionale 23 agosto 1993 n° 352 (recante "Norme quadro in materia di raccolta e commercializzazione dei funghi epigei freschi e conservati") e dalla legge regionale 3 maggio 1985 n° 30  link esterno .
Sempre pronte a consigliare i possessori di regolare tesserino, le guardie sono costrette ad elevare contravvenzioni quando si imbattono in persone che non rispettano le norme.
Nella tabella sotto riportata vengono elencati i comportamenti che non è consentito tenere, gli articoli della legge regionale 30/85 che regolamentano tali comportamenti e le sanzioni applicabili in caso di infrazione a tali norme.

 

Infrazione Norma     Sanzione [1]
Raccolta funghi in quantità superiore alla consentita (fatta eccezione per i proprietari e i conduttori dei fondi) art. 3 50 euro e sequestro dell'eccedenza
Raccolta funghi mediante uso di attrezzi proibiti (rastrelli, uncini, bastoni a due punte) art. 4 17 euro
Uso di sacchetti in plastica o contenitori stagni per il trasporto dei funghi art. 4 17 euro
Raccolta o danneggiamento funghi non commestibili o velenosi art. 5 50 euro
Raccolta funghi in zone tabellate senza il tesserino o il permesso prescritto art. 6 50 euro e sequestro dei funghi raccolti
Raccolta in un periodo di divieto stabilito dal Comune art. 9 50 euro
Modifica o alterazione del tesserino art. 3, art. 4 50 euro
Abbandono di rifiuti art. 7 17 euro
Sosta fuori strada di veicoli art. 2 100 euro
Raccolta di altri prodotti del bosco art. 2 50 euro
Raccolta di altri prodotti agricoli art. 5 50 euro

 

Se si desiderano informazioni riguardanti il territorio del Consorzio di Rezzoaglio è possibile contattare l'Ufficio informazioni della Pro Loco di Rezzoaglio:

- indirizzo: via Roma 20, c.a.p. 16048, Rezzoaglio, Genova
- telefono: (+39) 0185 870432
- e-mail: proloco.rezzoaglio@aveto.it

 


 

Note

[1] Tutte le cifre riportate si riferiscono alla stagione 2005.

 


 

Links



Pagina pubblicata il 25 ottobre 2005 (ultima modifica: 11.11.2005), letta 20808 volte dal 23 gennaio 2006
Per esprimere un commento su questo articolo si prega di contattare la redazione via e-mail

Avviso per gli utenti. Dal luglio 2014 è stato deciso di inserire alcuni annunci pubblicitari sulle pagine di questo sito web nella speranza di interessare gli utenti e provare così ad ammortizzare, almeno parzialmente, i costi del progetto Valdaveto.net.