Valdaveto.net > Itinerari, sentieri, escursioni e ciaspolate > Il sentiero Prato Sopralacroce - Monte Aiona




Il sentiero Prato Sopralacroce - Monte Aiona

di Maria Sciutti
articolo già apparso su "Nel Parco - Notiziario ufficiale del Parco dell'Aveto" (primavera 2006): si ringrazia la Sagep editori  link esterno per aver concesso la pubblicazione

Il sentiero ha inizio da Prato Sopralacroce, a suo tempo nota stazione idro-climatica dell'entroterra di Chiavari, e si dirige lungo la strada asfaltata fino al bivio per Zanoni.
Qui inizia la salita che conduce alla Cappelletta della Madonna del Sogno attraverso un bel castagneto da frutto.
Si prosegue quindi, in un alternarsi di pascoli e boschi, lungo una sterrata fino a case Poragine da dove, in poco tempo, si giunge a Malga Zanoni, un alpeggio in abbandono ma del quale è previsto il restauro da parte dell'Ente Parco dell'Aveto.

Poco dopo il sentiero si separa da quello che porta al Monte Penna (croce rossa) e sale rapidamente attraverso un vecchio pascolo.
Al termine di questo tratto, molto panoramico, si giunge alla sterrata per Prato Mollo, un ampio pianoro acquitrinoso (come si evince dal nome), circondato da una bella faggeta.
Nei pressi del piano fa bella mostra di sè la Pietra Borghese, una grande massa rocciosa lherzolitica dalla forma singolare.

Poco prima di giungere al rifugio Monte Aiona l'itinerario devia a sinistra in salita su una sterrata, seguendo l'Alta Via dei Monti Liguri: qui il pascolo montano, dalle belle fioriture primaverili ed estive, si alterna a zone rupestri e pietraie.
Il sentiero termina presso la croce del Monte Aiona dove, nelle giornate limpide, lo sguardo può spaziare lungo l'arco appenninico ligure fino alle cime più elevate delle Alpi centrali ed occidentali.




Prossimi eventi:

Nessun evento da segnalare per i prossimi 120 giorni

 


 

Links



Pagina pubblicata il 2 aprile 2008, letta 8015 volte
Per esprimere un commento su questo articolo si prega di contattare la redazione via e-mail

Avviso per gli utenti. Dal luglio 2014 è stato deciso di inserire alcuni annunci pubblicitari sulle pagine di questo sito web nella speranza di interessare gli utenti e provare così ad ammortizzare, almeno parzialmente, i costi del progetto Valdaveto.net.