Valdaveto.net > Itinerari, sentieri, escursioni e ciaspolate > Escursione Farfanosa - Monte Aiona - Rezzoaglio




Escursione Farfanosa - Monte Aiona - Rezzoaglio

Un itinerario di 7 ore a tratti impegnativo

di Lorenzo Laneri
un grazie a Google Earth  link esterno per aver concesso la pubblicazione delle immagini satellitari  link esterno
fotografia di Marco Corvisiero

L'itinerario ha inizio in località Farfanosa a quota 818 metri; si sale fino a quota 1702 metri sulla vetta del Monte Aiona, quindi si scende a Rezzoaglio a 701 metri sul livello del mare.
Il tempo di percorrenza del tratto Farfanosa - Aiona è di circa 3 ore e mezza; stesso tempo è necessario per la discesa verso Rezzoaglio.

Alla partenza prendiamo come riferimento l'area attrezzata del Parco Aveto in località Farfanosa. Imbocchiamo la strada provinciale verso Cabanne per circa 100 metri e da questa svoltiamo a sinistra sulla strada interpoderale contrassegnata da tre palline gialle.


Salendo verso Villa Cella la strada è in buono stato; notevoli alcuni tratti con muretti a secco.
In circa 40 minuti raggiungiamo Villa Cella: attraversiamo il paese, passiamo vicino al vecchio mulino e continuiamo la salita verso la Cappelletta delle Lame (dove è presente anche un rifugio). Il percorso è ben segnalato.
Quando si arriva alla Cappelletta delle Lame, dopo circa 90 minuti dalla partenza, è ora di riempire le borraccie prima di proseguire la salita verso l'Aiona.
Seguiamo i simboli dell'Alta Via dei Monti Liguri, poi, arrivati nelle vicinanze della recinzione delle Agoraie, troveremo anche due palline di colore blu che ci indicheranno la strada verso il Passo Pre de Lame e quindi verso la vetta dell'Aiona.

Il percorso da Farfanosa ad Aiona vetta

Ingrandisci l'immagine

Arrivati sull'Aiona facciamo una buona sosta prima di affrontare il ritorno.
Si segue il percorso precedente fino al passo Pre de Lame e poi si scende verso il Lago delle Lame. Questa volta i simboli da seguire sono due tratti paralleli gialli.
Il percorso è molto ripido e non troppo facile, occorre quindi una certa cautela.
Si arriva al Lago delle Lame in circa 1 ora e mezza; si può riempire la borraccia a circa metà strada in una fonte ben segnalata.



Monte Aiona: inverno 2008-2009 (fotografia di Marco Corvisiero)


Dal Lago delle Lame si prosegue la discesa verso Magnasco seguendo sempre i due trattini gialli.
Bisogna fare attenzione a non perdere il sentiero che in alcuni punti rimane nascosto; comunque perdersi è praticamente impossibile perché si segue più o meno la carrabile che porta al Lago delle Lame.
Arrivati a Magnasco sono trascorse circa 2 ore e mezza dalla vetta dell'Aiona.
Quando siamo davanti alla chiesa di Magnasco scendiamo nel paese, lo percorriamo e, una volta arrivati in fondo, prendiamo la carrareccia che va verso sinistra: ci porterà a Rezzoaglio.
Ad un certo punto arriviamo sopra il Torrente Dugaie, che confluisce nel Rezzoaglio, e attraversiamo un pontetto in legno di ottima fattura.
Con ancora un po' di cammino raggiungiamo Rezzoaglio in prossimità della sede del Parco dell'Aveto.

Il percorso da Aiona vetta a Rezzoaglio

Ingrandisci l'immagine

 


 

Links



Pagina pubblicata il 4 agosto 2008 (ultima modifica: 08.07.2014), letta 4763 volte
Per esprimere un commento su questo articolo si prega di contattare la redazione via e-mail

Avviso per gli utenti. Dal luglio 2014 è stato deciso di inserire alcuni annunci pubblicitari sulle pagine di questo sito web nella speranza di interessare gli utenti e provare così ad ammortizzare, almeno parzialmente, i costi del progetto Valdaveto.net.